I cookie ci aiutano a migliorare i nostri servizi. Utilizzando i nostri servizi, accettate il nostro utilizzo dei cookie. Per saperne di più.

Svolgere completamente il cavo

Perché dover svolgere sempre e completamente una bobina per cavi e districare una prolunga?

Sicuramente avrete già notato che l’etichetta di una bobina o di una cassetta per cavi riporta ad esempio i seguenti dati:

Svolgere completamente il cavo

(Questi dati sono finalizzati alla vostra sicurezza e devono essere seguiti nel miglior modo possibile.)

Potete scoprire in tutta semplicità quanta potenza ha effettivamente il dispositivo utilizzato, consultando queste informazioni sulla cosiddetta “targhetta identificativa”.

Ma perché in caso di utilizzo a pieno regime bisogna svolgere completamente la bobina per i cavi?

I dispositivi di riavvolgimento, come ad es. le bobine o le scatole per cavi, diventano estremamente calde al centro in presenza di cavo riavvolto. Per questa ragione sono previsti degli interruttori di temperatura (protezione dal surriscaldamento) che interrompono la corrente una volta raggiunti i 65 C° circa. Senza questa protezione dal surriscaldamento, l’isolamento del cavo può sciogliersi e portare alla distruzione o, nella peggiore delle ipotesi, alla combustione del dispositivo di riavvolgimento.

Un tosasiepi, ad esempio, ha una potenza che varia dai 500 ai 700 Watt. Ciò significa che quando si rimette a posto la siepe e viene inserito solo il tosasiepi nella bobina o nella scatola per cavi, non si corre alcun rischio se il cavo non è completamente svolto, poiché la potenza è < 1.000 Watt.

Un tosaerba elettrico, al contrario, può raggiungere una potenza che supera i 1.500 Watt e deve pertanto essere utilizzato solo quando il cavo è completamente svolto (dalla bobina per cavi).

Quando si attiva la protezione contro il surriscaldamento e come funziona?

La protezione contro il surriscaldamento si attiva quando si manifestano temperature troppo elevate nel centro della bobina. Tali temperature si hanno quando il cavo non è sufficientemente svolto e se a causa del flusso di corrente troppo elevato verso i dispositivi collegati si forma del calore (effetto bobina). Questo effetto può anche manifestarsi a causa di altre fonti di calore, come l’irradiazione solare o macchine all’interno di locali chiusi.

Procedura in caso di attivazione della protezione contro il surriscaldamento:

Nel caso in cui mediante l’interruttore di protezione dal surriscaldamento (Bimetall) sia stata interrotta la corrente, si prega di sfilare il connettore dalla rete e staccare tutti i dispositivi. Si prega di svolgere completamente il cavo e di far raffreddare il dispositivo di svolgimento. Dopo qualche minuto è possibile premere brevemente il pulsante sulla piastra delle prese e reinserire il connettore di rete. A questo punto il flusso di corrente dovrebbe essere ristabilito. Nel caso in cui, dopo un arco di tempo prolungato, ciò non sia avvenuto, è possibile che l’interruttore sia danneggiato a causa dell’eccessiva sollecitazione e debba essere sostituito.

Al fine di evitare inutili surriscaldamenti del cavo, quest’ultimo deve essere sempre e completamente svolto dal corpo della bobina.